PRODOTTI > BATTERIE PER VEICOLI ELETTRICI > MEZZI ELETTRICI

Le batterie attualmente in uso sui veicoli a basse emissioni ad alimentazione elettrica (mezzi elettrici) sono costruite con tre tecnologie, da cui derivano caratteristiche e prestazioni differenti.

Queste due tecnologie sono le più usate per i mezzi elettrici:

  • piombo (PbGel/Silicon),
  • nickel-metal-idrato (NiMH); litio (Li).

Piombo. La tecnologia delle batterie al piombo è la più storica, ma non la più obsoleta perché di recente è stata innovata con la tecnologia ‘piombo-gel’ che ne ha migliorato le prestazioni. Le batterie al piombo sono considerate sicure e affidabili, ma alcuni modelli (batterie non ermetiche) necessitano di periodiche aggiunte di acqua distillata e hanno una vita media di 3-400 cicli di scarica completi. Alcune batterie vengono chiamate impropriamente batterie al silicone in quanto al loro interno contengono un gel di silicio che ne migliora le capacità di scarica

Litio. E’ la tecnologia più moderna e ne esistono diverse versioni:

  • LiPo. Sono pericolose perché in caso di urto si possono incendiare ed esplodono. Per questo motivo non vengono usate sui mezzi di trasporto, ma trovano applicazione nel mondo dell’Internet of Things (Internet delle cose) per alimentare i sensori di cui sono dotati gli oggetti (batterie ‘thin-film’).
  • Versioni sicure e affidabili delle batterie al litio sono quelle a ioni di litio (Li-Ion), quelle a litio-ferro-fosfato (LiFePO₄) e quelle a litio-ferro-ittrio-fosfato (LiFeYPO₄). Le migliori al momento sono considerate le LiFePO, che hanno la caratteristica di perdere soltanto il 5% ogni anno della capacità di carica.